• 31 dicembre 2021
  • 9:50

Nell’ambito dell’Aiuto di Stato SA.50986 (2018/N) “Aiuti per i servizi di base e per il rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali”, alla luce del recente chiarimento trasmesso dalla Commissione Europea (Ref.  Ares 2020- 3683898, 13/07/2020), con la presente si comunica che non è più necessario redigere alcuna dichiarazione per quanto concerne le “Entrate nette”.

In particolare, i servizi della Commissione confermano attraverso la nota di chiarimento che, tenuto conto del punto (649) degli orientamenti e delle informazioni inviate dalle autorità italiane con lettera del 19 giugno 2020, le intensità massime fissate tra il 60% e il 90% per i quattro tipi di operazione del PSR della Regione Piemonte  coperti dal regime SA.50986, e indicate nella decisione del 13 febbraio 2018, possono essere interpretate come equivalenti al 100% dei costi ammissibili con deduzione ex ante delle entrate nette.

Per il GAL Terre Astigiane, tale decisione, recepita del Consiglio di Amministrazione del 21.06.2021, ha effetti sui Bandi Op. 7.5.2 “Infrastrutture turistico – ricreative ed informazione nell’ambito dello sviluppo locale di tipo partecipativo leader. Tipologia 1: potenziamento delle infrastrutture per la fruizione escursionistica, ricreativa e a servizio dell’outdoor e della segnaletica informativa” e Op. 7.6.4 “Interventi di riqualificazione degli elementi tipici del paesaggio e del patrimonio architettonico rurale”, nei cui testi viene inserita pertanto relativa errata corrige.